Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Il monossido di carbonio è un gas molto pericoloso e addirittura letale. Sono moltissime le persone che muoiono ogni anno per avvelenamento da monossido di carbonio che viene emesso da impianti di riscaldamento difettosi. Questo è un gas che viene prodotto dalla combustione incompleta, è incolore, inodore e insapore.

La struttura chimica del monosssido

Chimicamente parlando, il monossido di carbonio(CO) è il prodotto finale di due determinati elementi messi a reagire: il carbonio (C) e l’ossigeno (O). Questi elementi reagiscono nel rapporto 1:1.33 ovvero 1 grammo di carbonio messo a reagire con 1.33 grammi di ossigeno. Mentre invece, proprio grazie alla teoria delle proporzioni multiple di Dalton, sappiamo che se 1 grammo di carbonio viene mescolato con esattamente il doppio dei grammi precedenti di ossigeno, ossia 2.66, la reazione darà il biossido di carbonio, la comune anidride carbonica CO2. Gli elementi del monossido sono legati tra di loro attraverso un triplo legame, ovvero da due legami covalenti e un legame dativo, andando a influire sugli orbitali atomici e sugli elettroni stessi dell'atomo.

Effetti sull'uomo

Quando si respira monossido di carbonio al posto dell’ossigeno, i globuli rossi lo assorbono formando carbossiemoglobina (COHb), causando problemi sul trasporto di ossigeno a tutti i tessuti. Il legame che c’è tra l’ossigeno e l’emoglobina è intenso quindi se è presente una percentuale elevata di monossido di carbonio nel corpo si andrà a compromettere il naturale processo di ossigenazione del sangue. Quando la carbossiemoglobina raggiunge le arterie coronarie e cerebrali si hanno dei seri problemi a livello cardiovascolare e cardiaco e respiratorio. Se la concentrazione del CO che si respira è inferiore al 2% non è particolarmente dannoso ma lo diventa se lo respiriamo per più di 8 ore consecutive cominciando a dare una sensazione di affaticamento, sonnolenza, emicrania e difficoltà respiratorie. Non a caso quando si soccorre un intossicato da CO si deve immediatamente aerare il locale somministrando subito ossigeno all’individuo prima che la mancanza di ossigeno al cervello ne provochi la morte.

Prevenzione

Questo gas si rileva nell’ambiente urbano ma possono esserci casi dove il monossido è presente nelle case. È utile impiantare nel proprio appartamento un rilevatore di monossido di carbonio che soprattutto l’inverno rilevi la percentuale di gas presente nell’aria in quanto in questo periodo si fa largo uso di caminetti, bracieri e stufe che sono la maggiore causa dello sprigionamento di quest'ultimo.

Monossido di carbonio
Tag(s) : #Scuola&Consigli

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: