Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

lucrezioPer quanto riguarda la vita di Lucrezio abbiamo veramente poche notizie.Probabilmente nasce nel 90 a.C. e muore nel 50 a.C.; Girolamo ci dice che, sempre probabilmente, prese un filtro d'amore e divenne folle. Dalle sue opere possiamo dedurre che era un plebeo in quanto utilizza il volgare ma allo stesso tempo potremmo dedurre, sempre dalle sue opere, che fosse nobile in quanto aveva una stretta amicizia con Memmio (pretore).L'opera che ci parla della morte di Lucrezio è "Una vita borgiana". 

 

La sua opera è il "DE RERUM NATURA" : è un poema epico didascalico (poema=composizione; epico= grande racconto; didascalico= da diaskein (insegnare) poema di ammaestramento, questo ce lo fa capire la presenza di un destinatario, Memmio, e le continue apostrofi al destinatario stesso).

 

Il DE RERUM NATURA sono sei libri divisi in tre blocchi chiamati anche Diadi (1-2, 3-4, 5-6). Inizia in maniera positiva e finisce in maniera negativa. All'interno vi è un elogio a Epicuro.

I temi che vengono trattati nelle diadi sono rispettivamente: la fine del mondo; gli effetti disastrosi della passione d'amore; la peste ad Atene.

 

Il proemio dell'opera è dedicato alla dea Venere.

 

Nel 1° libro vi è la teoria del cosmo con continui rimandi alla teoria della struttura atomica del cosmo di Democrito ( IV-III secolo a.C.)

 

Nel 2° libro si parla della teoria della conoscenza con continui rimandi alla teoria dell'incontro e dello scontro degli atomi 
(Democrito).

 

Il 3° libro parla della vicenda del mondo.

 

Nel 4° libro si pone l'accento su quelli che sono gli effetti negativi della passione d'amore .

 

Nel 5° vi è spiegata la storia dell'uomo e gli effetti distruttivi della natura che viene considerata come una matrigna.

 

Il 6° libro conclude poi l'opera con la storia della peste ad Atena.

 

Si pensa che l'opera sia incompleta  in quanto nel 5° libro dice di voler parlare delle sedi beate degli dei ma in effetti non sembrerebbe esserci nessun rimando; comunque la corretta interpretazione è quella di considerare quest'opera completa ma carente di lavoro di limatura (laborlime).

 

CAMPO LINGUISTICO-STILISTICO

 

Per quanto riguarda la lingua possiamo dire che i volgarismi usati da Lucrezio rendono viva la poesia, vi sono molti arcaismi come infiniti in -er, aggettivi in -bundus e genitivo s.f. in -as,-ai e sono presenti anche neologismi ovvero parole inventate da Lucrezio stesso.

Il suo stile è molto complesso in quanto l'opera è ricca di figure retoriche: chiasmi, iperbati, sovrabbondanza e anastrofi. 

Tag(s) : #Scuola&Consigli

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: