Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Le celle di carico sono sempre più usate in ambito industriale; a partire dall’idraulico fino ad arrivare alle ferrovie o alle industrie edili, questi strumenti di metallo compiono un grande lavoro. Anche se il risultato che danno è veramente ottimo, non si può sempre fare totale affidamento nel risultato perché una cella di carico perfetta non è stata ancora inventata.

Definizione

La cella di carico è un trasduttore, quindi un componente elettronico in grado di trasformare l’energia meccanica in un segnale elettrico che varia per la mutazione della forza sul componente. Si basa su un principio di funzionamento estremamente semplice che pone in primo piano l’elasticità di un blocco di metallo che, se sottoposto ad una forza, si deforma. La deformazione che avviene è proporzionale alla forza applicata sull’elemento che si rileva tramite degli apparecchi specifici come i torsiometri o estensimetri. La portata delle celle di carico varia in quanto si può trovare da pochi grammi a centinaia di tonnellate e in base al lavoro da svolgere se ne trovano in varie tipologie.

Cella di carico elettromagnetica

La cella di carico elettronica riesce a rilevare la deformazione in maniera indiretta, in volt, e successivamente convertendola nella giusta unità di misura. Il segnale elettrico che si ottiene è generalmente di pochi millivolt, il che significa che si dovranno applicare almeno quattro estensimetri con un amplificatore da strumentazione. Il segnale elettrico che arriva al trasduttore verrà poi convertito in forza tramite un algoritmo.

Cella di carico a flessione

La cella di carico a flessione che viene principalmente usata nelle bilance delle grandi industrie è specializzata nella precisione del peso e ha una portata massima di 600kg, anche in questa è necessario applicare almeno due estensimetri. Quelle invece a compensazione elettromagnetica ricoprono il ruolo di bilancia ma non necessitano estensimetri garantendo, così, precisione e velocità che altre tipologie di celle non raggiungono.

Cella di carico idrostatica

Infine, ci sono le celle idrostatiche che vengono usate dagli idraulici che devono compiere lavori all’aperto e con l'utilizzo di acqua. Le comuni celle elettroniche sono sconsigliate per questi tipi di lavoro perché apporterebbero dei problemi a livello elettrico. Al suo interno contiene una sonda con un trasduttore di pressione collegato con un cavo idraulico ad un rullo dove vi sono il serbatoio per il fluido e la centralina di lettura della cella stessa.

Celle di carico
Tag(s) : #Scuola&Consigli

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: