Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

SCANDALO CARNE: LA VERITA' CHE NON TUTTI SANNO!

È ufficiale: l’unica cosa di cui possiamo nutrirci oramai è l’aria, anzi, neanche quella ci fa bene visto che è inquinata! Ammettiamo che quest'ultimo periodo è stato un po’ turbolento per quanto riguarda l’alimentazione: lo scandalo della carne ci ha lasciato un po’ spiazzati dal momento che da un giorno all’altro ci viene detto tramite tutti i mezzi di comunicazione che siamo a rischio cancro!!

Ma parliamoci chiaramente ‘senza se e senza ma’: da quanto tempo si sa che abusare della carne comporta dei seri rischi per il nostro organismo? Rispondiamo dicendo che tutti lo sanno da sempre, anche le persone più ignoranti in materia! Recentemente su tutti i giornali, le trasmissioni tv, web ecc è comparsa la notizia che la carne rossa e lavorata fa aumentare il rischio di contrarre il cancro, addirittura è stata inserita nel gruppo delle sostanze dannose quali il fumo, naftalina e benzene. Si vocifera che la cottura ad una temperatura troppo elevata possa contribuire alla formazione di sostanze dannose ma il collegamento tra metodo di cottura e cancro non può essere accettato del tutto perché ancora non ci sono prove certe che lo confermano. Ma allora perché tanto allarmismo se poi non ci sono certezze matematiche e solamente due giorni dopo la “notizia scandalo” i medici affermano che mangiarla in dosi moderate fa anche bene?

Ciò che più conta per noi è l’opinione del popolo e per questo siamo andati a sentire moltissimi pareri sia di persone che consumano carne e sia di persone che l’hanno eliminata da tempo : il pensiero più comune è che gli esperti lo sanno da molto tempo che la carne che si vende ad un comunissimo banco di supermercato è pessima per il nostro organismo; chi controlla e vende sa tutto ciò che accade all’interno degli allevamenti e quindi sa che non sta vendendo un prodotto genuino. La cosa che però ci ha lasciato un po’ pensierosi è stata l’intervista che abbiamo fatto a commercianti che hanno una macelleria (di medio – grandi dimensioni), a loro abbiamo chiesto cosa pensassero di tutta questa situazione e la loro risposta è stata piuttosto chiara; di seguito le parole di un proprietario che a grandi linee rispecchiano le risposte degli altri commercianti: “Il fatto che abbiano prima affermato che la carne fa male e poi abbiano smentito non mi lascia stupito perché so come funziona: è questione di vendite! Ma secondo voi importa a qualcuno della salute delle persone che acquistano? Immaginate se non avessero ritrattato, quante persone avrebbero smesso di comprare la carne? Moltissime! Io ve lo confermo, una grande industria non può permettersi di andare in negativo soprattutto su generi alimentari dei questo tipo; ci sono accordi, spese che vanno sostenute e sinceramente che la carne sia cancerogena a noi poco importa!”

Dopo questa intervista ci siamo fermati a riflettere che oramai la coscienza non va più di moda: a costo di arricchirsi l’uomo è arrivato anche a questi punti, a vendere per genuino cibo che in realtà fa male! In questo campo ci resta poco da sensibilizzare! Non possiamo far altro che sperare che ben presto qualcuno, mettendosi una mano sulla coscienza, dica la verità su tutto il ‘giro sporco’ che c’è dietro queste vendite!

Tag(s) : #Lavoro&Società

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: