Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

LA SPESA INTELLIGENTE: L'ITALIANO LA FA AL DISCOUNT!!

Eccoci tornati con un nuovo articolo che vede come protagonista la spesa dell'italiano! Questo è un tema molto importante dal momento che tutti noi facciamo regolarmente rifornimento di cibo presso un comune supermercato. Il fatto è che ultimamente il popolo italiano, essendo stato colpito da una profonda crisi economica, sta drasticamente cambiando il suo regime alimentare. Da secoli siamo conosciuti come una nazione dove il cibo è sempre stato ottimo e la nostra dieta risulta essere ancora tra quelle più salutari al mondo; ma cosa è cambiato? Perché siamo stati costretti a ridurre la qualità del cibo che quotidianamente mangiamo? Andiamo ad analizzare un po di fatti!

CRISI ECONOMICA

La crisi economica che si è sviluppata in questi ultimi anni ha decisamente messo in ginocchio l'italiano medio: stipendio ridotto, lavoro instabile, perdita del proprio impiego, tasse sempre più alte ed ecco qui che bisogna risparmiare. Gli italiani in questo sono veramente bravi: tra un risparmio e l'altro riescono anche a concedersi degli sfizi! Il punto è che allo Stato non interessa più di tanto se la famiglia Rossi anziché mangiare pesce fresco ogni settimana oramai lo mangia surgelato e due volte al mese: basta che la famiglia in questione continui a pagare le tasse, ovvio! In realtà né lo Stato né noi ci soffermiamo troppo spesso a pensare alla direzione che stiamo prendendo: una direzione veramente pessima visto che l'Italia è comunque considerato un Paese ricco e benestante.

I DISCOUNT

Le catene di discount sono diventate dei veri punti di forza del nostro Paese: prezzi stracciati per ogni tipologia di cibo. Non importa se un Eurospin è situato a 100 metri da un discount Lidl perché è sicuro che nessuno dei due fallirà mai. All'italiano piace pensare che due grandissime società di benefattori hanno messo su due catene di super discount per andare in contro alle esigenze del popolo: prezzi bassi su cibi di ottima qualità! Ma vediamo la realtà dei fatti: anche il cibo è diventato un un bersaglio di chi vuole fare i big money per cui non cadiamo nel pensiero ridicolo che ciò che compriamo in questi posti sia di qualità anzi rendiamoci conto e prendiamo consapevolezza del fatto che comprando questi cibi ci stiamo facendo del male. Esempio: su un pacco di bastoncini che pagheremo 1,19 € dobbiamo calcolare che sono inclusi la manodopera di un operaio o una macchina che l'ha preparati, il costo degli ingredienti che sono stati utilizzati e che l'azienda ci guadagna almeno il 20%. Allora, ci rimane un po' difficile che l'azienda x abbia investito in un prodotto di qualità!

Cosa dovremmo fare quindi? Investire tutto lo stipendio in cibo? Ma certo che no! Continueremo a fare la nostra spesa intelligente nei nostri tanto amati discount e a riempire il carrello per la spesa del mese al modico prezzo di 100€. Lasciamo che il pesce fresco lo mangino coloro che governano: non vogliamo assolutamente interrompere le loro raffinate abitudini quotidiane!!

Tag(s) : #Lavoro&Società

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: